Stories

4 Stories

I dati del Ministero dell'Interno rielaborati dall'ISTAT dimostrano che dal 2011 al 2015 Crotone risulta sempre tra le prime province in Italia per omicidi volontari consumati ogni 100 mila abitanti.
Tenendo conto di una diminuzione del fenomeno su scala nazionale - dove si è passati dai 1,2 ogni 100.000 abitanti nel 2004 ai 0,8 ogni 100.000 abitanti nel 2015 - Crotone ne ha registrati 2.9 nel 2015 (prima provincia d'Italia in questi anni).

Nella serie storica 2010 - 2015, ossia da quando sono disponibili online i dati ISTAT, la provincia di Crotone è sempre nei primi posti in Italia per numero di incendi e incendi boschivi denunciati ogni 100 mila abitanti. Qeullo provinciale è un patrimonio naturale immenso che però ogni anno viene devastato da incendi che nella stragrande maggioranza dei casi sono dolosi, i colpevoli sono pressoché sempre impuniti e rimane l’amarezza per i cittadini di un territorio che non riescono a bloccare il fenomeno.

L’istituto nazionale di statistica (Istat) e Casa Italia, struttura di missione della Presidenza del Consiglio, hanno reso disponibile una mappa sui rischi naturali in Italia con l'obiettivo è fornire variabili e indicatori di qualità, a livello comunale, che permettono una visione di insieme sui rischi di esposizione a terremoti, eruzioni vulcaniche, frane e alluvioni, attraverso l’integrazione di dati provenienti da varie fonti istituzionali, quali Istat, INGV, ISPRA, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Ospedale di Crotone

Dai dati ISTAT nessuna donna nella provincia di Crotone è riuscita ad effettuare una Interruzione Volontaria di Gravidanza negli ultimi 5 anni di statistiche disponibili.
Dei 1298 casi verificati tra il 2011 e il 2015, tutte le donne hanno dovuto emigrare verso strutture sanitarie in un'altra provincia o regione per vedere riconosciuto il diritto che dovrebbe essere garantito dalla Legge 194.